Concessioni su suolo pubblico - Proroga disposizioni di semplificazione

Pubblicato il 29 giugno 2022 • Commercio e imprese , Pratiche e informazioni

Proroga al 30 settembre 2022 delle autorizzazioni temporanee per l'occupazione di suolo pubblico già rilasciate agli esercizi di somministrazione di alimenti e bevande (senza la necessità di ulteriori atti autorizzativi).

Pertanto, sono prorogate fino al 30 settembre 2022:

  • le misure di semplificazione per la presentazione delle domande di nuove concessioni per l'occupazione di suolo pubblico o di ampliamento delle superfici già concesse: le domande sono presentate in via telematica all'ufficio competente dell'ente locale, con allegata la sola planimetria, in deroga al regolamento di cui DPR 160/2010, e senza applicazione dell'imposta di bollo di cui al DPR n. 642/1972;
  • le misure di semplificazione per la posa in opera temporanea su vie, piazze, strade e altri spazi aperti di interesse culturale o paesaggistico, da parte dei titolari di pubblici esercizi, di strutture amovibili quali dehors, elementi di arredo urbano, attrezzature, pedane, tavolini, sedute e ombrelloni: la posa in opera non è subordinata alle autorizzazioni di cui agli artt. 21 e 146 del Codice dei beni culturali di cui al D.lgs n. 42/2004 ed è disapplicato il limite temporale di cui all'articolo 6, c. 1, lettera e-bis), del DPR n. 380/2001.

La norma approvata, dunque, proroga esclusivamente le disposizioni di semplificazione al 30 settembre 2022.

L’esonero dal pagamento del canone unico, prorogato con Legge di Bilancio 2022 al 31 marzo 2022, e ulteriormente esteso al 30 giugno 2022 dall'Amministrazione Comunale con Delibera di Giunta n. 54 del 16/04/2022, non è stato ulteriormente prorogato.

Per l'anno 2022 il pagamento del canone dovrà essere effettuato:

  • in un'unica soluzione entro il 31 luglio per gli importi inferiori a 300 €;
  • in tre rate uguali con scadenza 31 luglio, 15 settembre e 31 ottobre per gli importi superiori a 300 €.

❗ In assenza di ulteriori proroghe governative delle sopraddette norme, dal 1 ottobre 2022 dovranno essere rimossi tutti gli arredi collocati negli spazi di suolo pubblico concessi in deroga alle normali procedure.


🔹 Visualizza la pagina informativa e il modulo relativo al "Rilascio Concessioni su Suolo Pubblico nel Rispetto delle Norme di Arredo Urbano" 

🔹 Determinazione Dirigenziale N. 330 del 29/06/2022